Vai al contenuto principale del sito

8 idee per aumentare il traffico sul tuo sito web

Ricapitoliamo i contenuti esposti nell’ultima newsletter. Parlavamo di come aiutarvi ad ottimizzare il vostro sito web! Quindi, contenuti di qualità, offerta chiara e trasparente, pulsanti di azione, sito mobile… Fino a qui ci siete arrivati. Ora, ciò che manca è attirare la gente verso il vostro sito internet! E per farlo, eccovi 8 idee studiate appositamente per consentirvi di incrementare il numero delle visite!

 

Le soluzioni gratuite

 

1. Iscrizione sugli annuari gratuiti

 

Il primo vantaggio degli annuari gratuiti è il traffico che questi assorbono. Perché non approfittarne creando una scheda riguardante la tua struttura? Esistono diverse categorie di annuari:

Gli annuari locali e “social” come TripAdvisor, Yelp ou il sito degli uffici di turismo più vicini a te,
Le guide turistiche online come Michelin o Touring Club Italiano
Gli annuari specifici come TheFork per i ristoranti …
Gli annuari “classici” come le Pagine Gialle

 

2. Creare un account Google My Business

 

Google My Business è quello strumento che ti consente di essere presente su tutte le applicazioni Google: Google Maps, Google Local, e sul social network Google +.

Prova ad immaginare un utente che cerca un ristorante per cena. Utilizzerà il suo smartphone e si recherà su Google Maps. Grazie alla tua presenza su Google MyBusiness, costui vedrà apparire il tuo ristorante direttamente sulla carta:

 

 

E se ci cliccherà sopra, potrà consultare la scheda riguardante la tua struttura: l’indirizzo esatto, i tuoi contatti, le recensioni,  le tue foto e soprattutto, un link che re-indirizza verso il tuo sito web! E cos’altro c’è di meglio per poter prediligere e incrementare le tue prenotazioni dirette?

 

 

 

 

Sul motore di Ricerca Google, se un utente cerca il tuo ristorante, il tuo posizionamento verrà messo in evidenza come segue:

 

 

 

3. Contattare i blogger del tuo settore di attività

 

I blogger sono oggigiorno dei veri leader di opinione. Nel momento in cui un blogger redige un articolo sull’ultimo ristorante che ha provato, tutti i suoi lettori saranno quelli che potenzialmente scopriranno quel ristorante.

Di conseguenza, approfittare della loro rete mediante le raccomandazioni che ricevono permette di aumentare la propria visibilità e quindi, il traffico delle visite sul web.

Pensa a mirare e personalizzare bene il tuo modo di prender contatto, evita di essere intrusivo e proponi qualcosa di concreto (pasto offerto, invio di campioni dei tuoi prodotti di bellezza, una notte gratuita…). É meglio creare poche ma buone relazioni piuttosto che avere tanti contatti senza alcun senso. E non dimenticare, il blogger resta un amatoriale. Per lui scrivere è una passione che svolge nel suo tempo libero.. Non esser dunque troppo formale!

 

4. Creare partnership sui social networks

 

I social networks sono un buon mezzo per incrementare il numero delle visite sul proprio sito web… tuttavia, per far sì che il meccanismo funzioni, occorre dedicarci un po’ di tempo e costruirci una community di fan. Per aiutarti in tutto questo, potresti istituire dei partenariati.

Ad esempio, un ostello della gioventù mirerà a una clientela giovane. Esso si metterà in contatto con un tour operator specializzato nei viaggi solitamente scelti dai giovani. Il tour operator potrebbe, per esempio, pubblicare un post su Facebook riguardante questa struttura, cosicché il post divenga visibile per tutti coloro che sono fan della pagina del tour operator. Ti basterà, dunque, identificare i partner che si rivolgono al tuo stesso target… e negoziare! In cambio potresti postare degli status in cui citi il tuo partner. É un metodo vincente-vincente.

 

5. Inviare un’offerta di sponsor ai tuoi clienti per email

 

Abbiamo constatato che nel settore alberghiero e dei servizi l’emailing è molto poco utilizzata. E quando è il caso, questa assume la forma di Newsletter. Ma vi sono tantissime tipologie di offerte da proporre ai tuoi clienti via email…come, ad esempio, la creazione di offerte di sponsorship. Per ipotesi, un hotel a conduzione familiare potrebbe proporre ai suoi clienti di raccomandare la sua struttura in cambio di una ricompensa (assegni regalo, sconti sul prossimo soggiorno…).

 

Questa soluzione spingerà i tuoi clienti a parlare di te e a divulgare l’indirizzo web del tuo sito.

 


 

Le soluzioni a pagamento

 

6. Realizzare campagne Adwords

 

Google Adwords permette di pubblicare annunci su Google legati a delle parole chiave. Questi compaiono a destra, in alto e in basso di ogni pagina Google.

La fatturazione avviene a click. Gli annunci sono classificati in base al sistema di vendita all’asta: maggiore è il budget massimo indicato dall’inserzionista per una parola chiave, migliore sarà il suo posizionamento nelle pagine di Google. L’astuzia di Adwords è quella di riuscire a trovare le parole chiave poco utilizzate dagli inserzionisti ma ricercate dagli utenti.

 

 

 

Consigliamo a tutte le strutture turistiche di piccola/media dimensione di posizionarsi su parole chiave specifiche.

 

Evita in assoluto le parole chiave legate a un grosso audience, quelle che risultano più scelte dalle OTA (tra cui Booking). Le agenzie di viaggio online dispongono di un budget consistente e possono affrontarne la spesa. Ti sconsigliamo, quindi, di entrare in competizione diretta con loro: non ne vale proprio la pena!

 

7. Testare un post sponsorizzato su Facebook

 

Proprio come su Adwords, è possibile fare pubblicità anche su Facebook. Puoi rendere più visibile il post di tua scelta. Diversamente dal post gratuito, il post a pagamento apparirà sulla bacheca “home” degli utenti Facebook che rientreranno nei criteri che avevi scelto. Il tuo audience è dunque mirato e questo sarà un mezzo efficace per fare della promozione. Ecco in che modo si presenta la pagina sponsor di un post Facebook:

 

 

Gli annunci Facebook corrispondono a più finalità possibili: l’aumento dei like sulla propria pagina, l’aumento del traffico del proprio sito web, la promozione di offerte speciali… A seconda dell’obiettivo prefissato, Facebook ti proporrà diverse soluzioni pubblicitarie.

 

 

8. Iscrizione agli annuari a pagamento

 

Esiste un’ultima soluzione che ti aiuti ad essere più visibile: la presenza sugli annuari a pagamento. Il vantaggio? Maggior traffico qualificato sul tuo sito internet. Ma attenzione: occorre saper scegliere annuari che siano validi e che corrispondano al tuo target di clienti. Identifica dunque il tuo “bersaglio”, qual è il tuo posizionamento, le parole chiave che vi corrispondono e gli annuari che ti appaiono quando le digiti sulla barra di ricerca Google.